venerdì, agosto 04, 2006

damasco

eccoci a damasco!!!
siamo arrivati ieri sera alle 18 ora locale all'aeroporto e abbiamo preso subito un bus per arrivare nel centro cittadino e sistemarci.
E' stato emozionante rivedere questa citta, i suoi colori, le sue strade rumorose e soprattutto i suoi abitanti che non si smontiscono mai, infatti, abbiamo incontrato sul bus Wasim che ci ha accompagnato fino all'hotel.
Siamo scesi subito per cercare un internet point e un telefono ma abbiamo anche subito scoperto che e molto difficile chiamare il Libano.
Il momento turistico e durato poco perche fin dall-inizio della nostra passeggiata ci simo accorti della presenza della guerra: in ogni negozio del suk c'era un televisore sintonizzato sul discorso di Nasrallah in diretta su al-Manar, le bandiere di Hezbollah sono dappertutto e sventolano anche sui taxi. Molte bancarelle vendono t-shirt all'ultima moda con l'immagine di Nasrallah e in mezzoal suk ci sono diversi striscioni scritti dal governo inneggianti alla lotta contro i sionisti e gli imperialisti americani.
A questo clima di solidarieta, pero, si affianca una certa atmosfera di "omerta" perche appena parli con qualcuno della tua volonta di andare a Beirut nessuno sa piu nulla o non capisce l'inglese all'improvviso, chissa forse e la paura di affrontare il tema con un occidentale...

Comments: Posta un commento



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?